Svizzera: primi passi verso l’approvazione del progetto pilota di legalizzazione della cannabis

La Commissione Sanitaria Svizzera della Camera e il Consiglio Nazionale Svizzero, lo scorso venerdì 30 aprile, con 13 voti contro 11 (con un’astensione) ha votato a favore del progetto pilota per la legalizzazione della cannabis.

Secondo la Commissione sanitaria lo Stato dovrebbe controllare la produzione e il commercio di canapa, depenalizzandolo, adoperandosi però anche a proteggere i giovani e i consumatori.

Una votazione storica che potrebbe rendere la Svizzera il primo paese in Europa a consentire una filiera legale di cannabis per uso adulto, secondo quanto riportato dal notiziario svizzero, Zürichsee-Zeitung. Tuttavia, questo è solo il primo importante step per il progetto pilota di legalizzazione della cannabis in Svizzera: dopo i lavori delle Commissioni, il parere definitivo spetterà al Consiglio degli Stati.

L’Ufficio Federale Svizzero della Salute Pubblica rende noto già da tempo stanno conducendo studi scientifici di ricerca sui consumatori di cannabis al fine di offrire “una base scientifica per la futura regolamentazione della cannabis”. Questi test saranno condotti parallelamente alla legislazione che si fa strada attraverso le camere di rappresentanza del parlamento svizzero.

Il programma di prova è la prosecuzione di un emendamento alla legge federale sugli stupefacenti e sulle sostanze psicotrope approvato dal governo svizzero lo scorso settembre. I regolamenti approvati consentono una base giuridica per condurre sperimentazioni pilota scientifiche sulla cannabis. Lo studio di ricerca del governo svizzero richiede che la cannabis debba essere biologica, prodotta in Svizzera e contenere non più del 20% di THC.

L’Ufficio federale della sanità pubblica svizzero ha anche rilasciato una dichiarazione secondo la quale gli attuali divieti sulla cannabis sono inutili, poiché “nonostante tale divieto, il consumo è elevato, il mercato nero prospera e la sicurezza degli utenti non è garantita”. Non solo perché secondo Heinz Siegenthaler, il deputato che ha lanciato l’iniziativa parlamentare, “il divieto del consumo della cannabis, rispetto alle droghe legali, non verte su attuali ragioni scientifiche, tanto più che la nocività del tabacco e dell’alcool non è inferiore. Quest’incoerenza morale e giuridica si giustifica sempre meno”.

Secondo alcune stime, in Svizzera ci sono circa 500mila consumatori adulti di cannabis illegale. La Svizzera ha già abolito l’azione penale per il possesso di piccole quantità di cannabis, con meno di 10 grammi è prevista solo una multa di 100 franchi. Anche la vendita di cannabis “light” con meno dell’1% di THC è legale nel paese.

Articolo originale su Dolce Vita Online

Queen Weed Produzione

Leggi e guarda da vicino le foto ed i particolari che arrivano direttamente dalle nostre serre e laboratori.

Queen Weed Business

Scopri la nostra gamma di prodotti e servizi, scegli fra le categorie quella dedicata a Te!

Queen Weed Blog

Coltivazione, medicina, scienza, lifestyle, notizie sempre aggiornate dalle fonti più autorevoli nel mondo della cannabis.

Contattaci

Compila la form per qualsiasi informazione, saremo felici di risponderti!

Menu
Open chat
1
Ciao posso esserti utile? Scrivimi su WhatsApp ti risponderò il prima possibile!