Le piantagioni di cannabis fanno prosperare le api

Purtroppo negli ultimi anni il numero delle api in circolazione è diminuito drasticamente, una perdita pericolosa per l’ambiente e anche per la nostra salute. Le cause sono diverse, dai cambiamenti climatici ai parassiti, fino al massiccio utilizzo di pesticidi e insetticidi in agricoltura.

Si stima che negli ultimi 5 anni siano stati persi dieci milioni di alveari al mondo.

Questi piccoli, e talvolta anche fastidiosi insetti, sono fondamentali per l’ecosistema in quanto dalla loro attività di impollinazione dipende l’87,5% delle piante selvatiche (circa 308.000 specie) e il 70% delle 115 colture agrarie di interesse mondiale. Inoltre, le api forniscono prodotti importanti quali il miele, il polline, la pappa reale e la cera, tutti di grande interesse per l’uomo.

Una possibile soluzione a tutto ciò è emersa a seguito di uno studio pubblicato su Environmental Entomology, in cui si è evidenziato che in 11 Stati Americani in cui la canapa è stata legalizzata si è registrato un aumento del numero delle api in circolazione. I dati sono stati raccolti in 11 allevamenti di canapa durante l’estate del 2018, facendo campionamenti su terreni di dimensioni diverse. I ricercatori hanno catalogato complessivamente 16 specie di api su un totale di 355 individui campionati. Tra questi, c’erano 210 esemplari (60%) di Apis mellifera, seguiti da 105 Bombus impatiens (40%) e da 11 di Lasioglossum hitchensi.

Ricche di nutrienti, i pollini di queste piante secondo i ricercatori possono fornire alle api una sorta di sollievo dopo la continua perdita di habitat legata all’uso agricolo e agli insetticidi. In particolare le api preferiscono la canapa sativa, varietà che per i ricercatori è stata in grado di aiutare e attirare 16 diverse specie.

Un ulteriore dato interessante emerso da questo studio riguarda l’altezza delle piante, poiché questo sembra influenzare particolarmente l’abbondanza delle api. Infatti, dai risultati è emerso che le piante alte attirano gli impollinatori con una frequenza quasi 17 volte superiore rispetto a quelle corte.

Considerando i risultati di questo studio, cui seguiranno sicuramente altri approfondimenti è fortemente consigliato ai coltivatori e ai governi di tenere in considerazione quanto emerso e di conseguenza considerare il valore della cannabis nel sostenere le comunità di api.

Articolo originale su BeLeaf Magazine

Queen Weed Produzione

Leggi e guarda da vicino le foto ed i particolari che arrivano direttamente dalle nostre serre e laboratori.

Queen Weed Business

Scopri la nostra gamma di prodotti e servizi, scegli fra le categorie quella dedicata a Te!

Queen Weed Blog

Coltivazione, medicina, scienza, lifestyle, notizie sempre aggiornate dalle fonti più autorevoli nel mondo della cannabis.

Contattaci

Compila la form per qualsiasi informazione, saremo felici di risponderti!

Menu
Open chat
1
Ciao posso esserti utile? Scrivimi su WhatsApp ti risponderò il prima possibile!